Blog

IMPARIAMO A LEGGERE UNA MARCATURA DI UN PRODOTTO ATEX

By 23 Ottobre 2019 No Comments
verifica dell’impianto elettrico

Quando operiamo in una zona classificata con pericolo di esplosione, occorre installare prodotti specifici e adatti all’area classificata.

Nella foto sottostante riporto un esempio di una marcatura ATEX di un componente elettrico e successivamente una breve spiegazione di essa con le eventuali possibilità di dicitura.

TARGA ATEX

CE = Dichiarazione di prodotto conforme alle direttive Europee

0359 = Numero d’identificazione dell’organismo notificato responsabile della sorveglianza sulla qualità di produzione

Ex = Prodotto destinato ad essere utilizzato nelle zone con pericolo di esplosione

Gruppo di appartenenza: I => Apparecchiature installate in miniere con presenza di Grisou  

                                                   II => Apparecchiature installati in luoghi diversi dal gruppo precedente

Categoria: _In miniere => M1: Protezione molto elevata

M2: Protezione elevata

_ Non miniere =>

1: Utilizzabile in zone 0 e 20

          2: Utilizzabile in zone 1 e 21

         3: Utilizzabile in zone 2 e 22

Tipo di atmosfera:

_ G = Gas

          _ D = Polveri

Marcatura prodotto Ex

Tipo di protezione:  _ d: apparecchiature a prova di esplosione

                                          _ e: apparecchiature a sicurezza aumentata

                                          _ i: apparecchiature a sicurezza intrinseca   

                                          _ m: apparecchiatura a incapsulamento

                                          _ n: . nA = apparecchiature non scintillanti

. nC = apparecchiature scintillanti

. nR = apparecchiature a respirazione limitata

                                   _ o: apparecchiature immerse in olio

                                   _ p: apparecchiature a sovrappressione interna

                                   _ q: apparecchiature a riempimento polverulento

Classificazione del prodotto innescante

.gas:

  _ IIA = esempio di gas propano

​ ​ _ IIB = esempio di gas etilene

  _ IIC = esempio di gas idrogeno

 .polveri:

   _ IIIA = fibre e residui solidi combustibili volanti

  _ IIIB = polveri non conduttrici

  _ IIIC = polveri conduttrici

Temperatura massima superficiale del prodotto

. gas: _ T1 = 450° C

           _ T2 = 300° C

           _ T3 = 200° C

           _ T4 = 135° C

           _ T5 = 100° C

           _ T6 = 85° C

. polveri: Txxx°C= T seguita dalla temperatura in °C

EPL (livello protezione equipaggiamento)

 _ Ga: equivalente II 1 G

_ Gb: equivalente II 2 G

 _ Gc: equivalente II 3 G

 _ Da: equivalente III 1 D

 _ Db: equivalente III 2 D

_ Dc: equivalente III 3 D

Nell’etichetta in esame (foto precedente) il componente elettrico ha le seguenti caratteristiche per essere installato in zona classificata:

CE = Prodotto conforme alle direttive Europee;
0359 = Numero Organismo notificato;
Ex = Prodotto utilizzabile nelle zone con pericolo di esplosione;
II = Prodotto installabile in luoghi diversi dalle miniere grisoutose;
2 = Prodotto adatto per zona 1;
G = Elemento idoneo per atmosfera esplosiva di Gas;
Ex = Marcatura componente ATEX;
d = Apparecchiatura a prova di esplosione;
IIC = Componente adatto per Idrogeno;
T4 = Massima temperatura superficiale del prodotto 135 °C;
Gb = Utilizzabile in zone 1 e 2 per gas.

Per concludere rammentiamo che è molto importante verificare che le apparecchiature siano conformi all’ambiente ove sono state installate onde evitare di incorrere in spiacevoli sorprese.

Questo compito è affidato all’occhio di un Verificatore esperto in materia.

Per richiedere un preventivo personalizzato per la verifica della zone con pericolo di esplosione si consiglia di rivolgersi alla Servizi Isacchi Srl.

 

Ecco i contatti utili:

Numero di telefono: 02 284 0317

Email: fabrizio.isacchi@serviziisacchi.it

 

Isacchi

Author Isacchi

Il nostro successo appoggia su un forte know-how, sull’altissima qualità delle prestazioni, su un’estrema flessibilità operativa nonché sulla qualità e completezza degli elaborati che redige, presi a riferimento dalla concorrenza.

More posts by Isacchi

Leave a Reply