Verifica degli impianti elettrici alimentati con tensione fino e oltre 1000 Volt

La verifica dell’impianto elettrico e di messa a terra rientra tra i controlli periodici di Legge previsti dal D.P.R. 462/01: richiede a tutti i Datori di Lavoro con almeno un lavoratore dipendente di far eseguire specifiche verifiche al proprio impianto con periodicità biennale o quinquennale ad un Organismo Abilitato.

Operando nel settore elettrico da decenni la Servizi Isacchi si propone come specialista nella verifica di impianti elettrici appartenenti ai sistemi elettrici di Ia, IIa e IIIa categoria.

A seconda della categoria di appartenenza dell’impianto soggetto al controllo vengono eseguite specifiche prove elettriche strumentali e accertamenti visivi.

Di seguito una breve lista delle principali prove che vengono effettuate dai nostri tecnici abilitati:

  • prove di continuità dei conduttori di terra, di protezione “PE”, equipotenziali “EQP” e supplementari“EQS”;
  • test d’intervento degli interruttori differenziali modulari indiretti

(regolabili in tempo e corrente) attraverso l’utilizzo di speciali apparecchiature strumentali in grado di raggiungere alti amperaggi >> 100 A;

  • prove di impedenza dei circuiti BT, allo scopo di verificare il corretto coordinamento delle protezioni automatiche;
  • misura della resistenza totale di terra con strumento ohmmetro a diverse frequenza di misura, per: cabine elettriche, tralicci AT, stabilimenti alimentati in MT, edifici terziari, fermate ferroviarie/tramviarie/metropolitane;
  • misura della resistenza totale di terra effettuata a forte corrente di prova IM, realizzando il  peculiare diagramma  di  tensione per: Stazioni AT/AAT, stabilimenti alimentati in AT, Centrali idroelettriche, geotermiche, cogenerative, termoelettriche,;
  • rilievo delle tensioni di passocontatto differenza 
    di potenziale
    .

E molto altro ancora…

Gli scopi fondamentali dell’impianto di messa a terra

Contattaci subito