Organismo di ispezione abilitato
ai sensi del D.P.R. 462/01
OLTRE 35 ANNI DI PASSIONE E PROFESSIONALITÀ

Verifiche impianti Elettrici

Le verifiche degli impianti elettrici sono dei controlli obbligatori volti al controllo dell’impianto elettrico con l’obiettivo di salvaguardare le persone dalla tensione di contatto, le condizioni per la sicurezza e la funzionalità e l’integrità dell’impianto.

Gli impianti elettrici sono parte integrante di ogni realtà industriale o abitativa che sia, e viene realizzato secondo leggi e norme ben precise e stabilite dallo Stato per garantire sicurezza elettrica ed efficienza. Quest’ultime sono contenute nelle norme C.E.I. (Comitato Elettrico Italiano), in cui viene reso esplicito anche che tali impianti vanno mantenuti in ordine ed efficienza e per tale motivo sottoposti a controlli periodici. E’ importante sottolineare che le verifiche periodiche degli impianti elettrici non devono essere interpretate come un semplice atto burocratico, ma devono essere effettuate con scrupolo e professionalità.

Esistono due distinte tipologie di verifiche degli impianti elettrici:

• ispettive: le verifiche degli impianti elettrici industriali effettuate, previa richiesta di proprietari o datori di lavoro, ogni 2 anni per gli ambienti a maggior rischio in caso d’incendio e ogni 5 anni per i luoghi ordinari;

• manutentive: le verifiche che attestano l’efficienza degli impianti elettrici e possono essere eseguite da imprese che realizzano impianti elettrici, da ingegneri e periti industriali.

Gli esiti delle verifiche degli impianti elettrici industriali e non vanno poi riportate in un registro, che deve essere sempre aggiornato e tenuto a disposizione.

 

Ecco qui di seguito le verifiche per gli impianti elettrici realizzati in luoghi senza pericolo di esplosione:

• esame a vista: eseguito sui componenti dell’impianto, in particolare all’interno dei quadri elettrici, per avere una visione complessiva dello stato dell’impianto e per verificarne l’integrità fisica;

• misura della resistenza di isolamento dei circuiti: valuta la resistenza d’isolamento del circuito in esame per capire lo stato di conservazione dei cavi elettrici;

• verifica della continuità dei conduttori di protezione: verifica che i conduttori di terra non siano interrotti e quindi impediscano il passaggio della corrente di guasto verso terra (verifica impianto messa a terra);

• verifica dell’efficienza della protezione contro i contatti indiretti (interruttori differenziali): verifica periodica dell’efficienza, degli interruttori differenziali (salvavita) controllando il tempo di attivazione in caso di guasto e il valore della corrente che ne determina l’uso.

Purtroppo le verifiche periodiche degli impianti elettrici industriali viene vista come un inutile costo aggiuntivo e per tale motivo molto spesso non viene effettuata. Non bisogna però sottovalutarla in quanto garantisce sicurezza alle persone che ci lavorano.